Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

S.S.D. PRO SESTO
Giovedì 23 Gennaio 2020 - Femminile - Non ci sono ancora commenti

PARLA MISTER RUGGERI: 'RAGAZZE, ORA PIU' CORAGGIO'

La capolista è pronta a riaccendere i motori. Le ragazze della Pro Sesto, prime in classifica a +5 sulla seconda, torneranno in campo domenica dopo la lunga sosta natalizia. E sarà subito un test di fuoco per le atleti biancoceleste che giocheranno in trasferta contro il Pavia. Con l'allenatore Andrea Ruggeri abbiamo fatto il punto sul girone d'andata e sugli obiettivi del ritorno delle sue ragazze.  

- Mister, cominciamo con un bilancio sulla prima parte di stagione?
'Il bilancio è molto positivo a livello di numeri e di posizione in classifica, il nostro cammino è per ora soddisfacente. Noi però dobbiamo guardare anche ai progressi del gruppo. E anche su questo aspetto siamo molto contenti perchè le ragazze sono cresciute molto dall'ininizio della stagione. Sono stati bravi, in questo senso, i nostri dirigenti a prendere sul mercato giocatrici capaci e con ottimi valori morali'. 

- La sensazione è che si è andati oltre le più rosee aspettative... 
'Stiamo affrontando un bel percorso, mi piace la solidità del gruppo. Stiamo migliorando sotto tutti gli aspetti, stiamo lavorando bene anche grazie all'aiuto dei preparatori della Pro Sesto, in particolare cito Francesco Arabelli. Francesco lavora sul campo con me per la parte atletica'. 

- Quel campo che di fatto non avete mai abbandonato nonostante questa lunga sosta... 
'E' vero, non siamo mai stati fermi. Ci siamo allenati anche durante le vacanze, abbiamo fatto qualche amichevole, ma ora viene il difficile. La Pro Sesto, per tutti, è diventata la squadra da battere e nel girone di ritorno, contro di noi, faranno tutti la partita della vita, anche perchè ora i punti pesano di più'. 

- Quali sono le criticità sulle quali lavorerete? 
'Siamo un gruppo giovane con un'età media bassa e con poca esperienza in questa categoria. Ecco, vorrei cercare di dare più coraggio alle nostre più atlete. Non è semplice, alla loro età, vincere un campionato. Sia in allenamento, ma soprattutto in partita, dobbiamo osare di più'. 

- Hai parlato della vicinanza della Società che da tempo ha creduto nel progetto femminile..  
'La Pro Sesto è una grande Società che deve gestire tante squadre, la gestione dei campi non è semplice, ma non ci fanno mai mancare nulla. E' importante per noi sentire la presenza della dirigenza e sentire parole compiaciute del nostro lavoro. Lavoro che è agevolato grazie al contributo fondamentale del ds Assunta Tassone e di Alessandro Cartago (responsabile di tutto il comparto femmimile) che sono tra gli artefici dei risultati ottenuti fino ad ora. Sono loro che si occupano di noi e se siamo arrivati così in alto il merito è anche loro'.