Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

S.S.D. PRO SESTO
Ultime Notizie!
PRO SESTO-FOLGORE CARATESE 2:1

Una doppietta del Re del Gol Fabio Spampatti fa ripartire di slancio la Pro Sesto. Nella prima frazione i biancocelesti prendono subito in mano le redini del gioco ma la difesa a oltranza della Caratese non permette ai ragazzi di mister Roncari di creare tante occasioni. Il primo vero pericolo è al 34’ con il tiro dal limite di Dolcetti che finisce di poco alto. Poi al 38’ ecco il vantaggio: Erba in profondità per Spampatti, il goleador fa partire un diagonale che non lascia scampo all’ex Castelli.

Nella ripresa è ancora la Pro a farsi pericolosa: al 4’ Cernigoi da buona posizione tira appena a lato, al 17’ il diagonale di Spampatti fa gridare al gol ma Castelli smanaccia in angolo con una grande parata. La Folgore ci prova con qualche mischia e crea un paio di occasioni ma al 40’ Spampatti mette al sicuro il risultato con una punizione da manuale. Un minuto dopo gli ospiti cercano di riaprire il match con un rigore di Diop, per fallo di Ferri su Keyta. Il tiro finisce sulla traversa, si crea una mischia e la palla finisce in rete alle spalle di Pansera, deviata proprio da Spampatti, che ormai segna da tutte le parti... Negli ultimi minuti non accade più nulla e la Pro raccoglie gli applausi per la quarta vittoria nelle ultime cinque gare.

PRO SESTO-FOLGORE CARATESE 2-1

PRO SESTO Pansera, Erba, Lanzi, Paris, Capelloni, Ferri, Chessa (Baresi dal 36’ st), Dolcetti (Gritti dal 31’ st), Cernigoi (Castagna dal 27’ st), Spampatti, Fumagalli. All. Roncari

FOLGORE CARATESE Castelli, Virga, Concina, Zorloni, Brumana, Dellamaggiora (Keyta dal 33’ st), Larese (Longo dal 22’ pt), Pozzi, Diop, Cesana (Rizzato dal 18’ st), Bellino. All. Bacci

ARBITRO Campagnolo di Bassano del Grappa (Campagnolo, Vettorello)

MARCATORI Spampatti (PS) al 38’ pt e al 40’ st su rigore, aut. Spampatti (PS) al 41’ st.

NOTE Ammoniti Erba, Fumagalli, Lanzi (PS), Zorloni, Cesana, Longo, Pozzi (FC); angoli 3-2. Spettatori 500 circa. Recupero: 1’ nel pt, 4’ nel st.

CORTI, VOGLIA DI RISCATTO

Il suo inizio di stagione non è stato certo dei più fortunati. Il capitano della Pro, Filippo Corti, classe ’89, dopo essere stato vittima di un problema al ginocchio, ha avuto una ricaduta dopo il match giocato con la
Pergolettese, accusando uno stiramento del tendine collaterale.

“Ora sto recuperando, ho delle buone sensazioni, spero di poter tornare a dare il mio contributo tra un paio di settimane. Anche perché è dura star fuori e non lottare insieme ai miei compagni”.

Filippo, dopo tre vittorie consecutive è arrivata la sconfitta di Mapello, inaspettata. Ora come sta la squadra?

“La trasferta di Mapello per la Pro rimane stregata! Peccato perché abbiamo perso per due disattenzioni, forse la partenza a razzo ci ha un po’ condizionati. Però la gara l’abbiamo sempre condotta noi e avremmo meritato senz’altro di più. In ogni caso non bisogna allarmarsi: non ci eravamo esaltati dopo le tre vittorie consecutive, non ci facciamo certo abbattere ora”.

Domenica ecco la visita della Folgore Caratese: altro avversario da prendere con le pinze…

“Una squadra molto fisica e che gioca in velocità. E non inganni la sconfitta interna che hanno subito nell’ultimo turno con il Castiglione: è vero, hanno subito cinque reti ma ne hanno fatte tre ad una difesa ermetica. Sarà fondamentale non sbagliare l’approccio del match ed entrare in campo subito con la giusta convinzione. I miei compagni hanno tanta voglia di riscattarsi dopo la delusione di Mapello e quindi sapranno dimostrare tutto il loro valore”.

Dopo questa prima parte di campionato dove pensi possa arrivare la Pro?

“Abbiamo un enorme potenziale, con tanti giocatori tecnici e giovani bravi da valorizzare. E’ comunque difficile fare previsioni. Voglio solo lanciare un messaggio: con l’entusiasmo di indossare una maglia storica come quella della Pro e la voglia di emergere di tanti giocatori, sono convinto che faremo sicuramente bene”.

MAPELLO - PRO SESTO 2:1

In vantaggio dopo 34 secondi con un gol di Mario Chessa, la partita sembra in discesa e in assoluto controllo. E invece non è così.

Il MapelloBonate si conferma "bestia nera" della Pro Sesto che, alla fine, dopo 3 vittorie consecutive, perde per 2-1.

Peccato perchè i bergamaschi non hanno fatto nulla per vincere la gara. In pratica 2 tiri e 2 gol.

La Pro Sesto ha un leggero predominio territoriale, imbastisce trame a centrocampo, ma raramente impegna il portiere degli orobici.

Così a metà del primo tempo (1-1) e a metà della ripresa (2-1) becca due gol e torna a casa senza punti. Nel finale ci sarebbe anche il pareggio di Chessa ma l'arbitro annulla la rete per fuorigioco. Domenica (e non sabato) turno casalingo con la Folgore Caratese.