Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

S.S.D. PRO SESTO
Lunedì 26 Marzo 2018 - Risultati SG - Non ci sono ancora commenti

PRO SESTO - SPERANZA AGRATE   8 - 0

PRO SESTO - SPERANZA AGRATE   8 - 0
marcatori: Uva (PS) al 2' e 16' p.t., De Carlini (PS) al 6' s.t., Ciarmoli (PS) al 9' s.t., Donnemma (PS) al 15' s.t., Smaci (PS) al 27' e 35' s.t., Perego (PS) al 33' s.t. 

PRO SESTO: Greco, Medici, Segato, Zaffaroni, Marocco, Macovei, Uva, De Carlini, Smaci, Pepe, Hernandez. A disposizione: Pansera, Caldera, Nigro, De Toni, Donnemma, Perego, Ciarmoli. All.re: Schenato
SPERANZA: Annoni, Ducatelli, Gerosa, Bestetti, Vangeli, Dell'Orti, Campanile, Andena, Ghibellini, Guerrer, Consoli. A disposizione: Di Martino, Massironi, Tribuzio, Lucia. All.re: Loglisci

Sesto San Giovanni - L'onda biancoceleste dei 2004 di mister Schenato si abbatte sul campionato. O meglio, nella circostanza, sui malcapitati pari età della Speranza Agrate. I rossoverdi ospiti, penultimi in graduatoria, hanno peraltro la sfortuna di incrociare il cammino di una squadra in gran forma ma costretta a saltare - per causa del maltempo - il big match della scorsa settimana nella tana del Seregno e perciò affamata di riprendere da subito il cammino verso la vetta della classifica.
Ma non è stata una passeggiata di salute per Schenato ed i suoi ragazzi, come il punteggio finale lascerebbe intendere. Certo, il solito Felice Uva aspettava solo due minuti dal fischio iniziale per timbrare di testa (assist delizioso di Pepe) la sua decima rete di questa fase regionale. Ma nel quarto d'ora successivo i biancocelesti producevano solo un elegante e soverchiante possesso palla perché i rossoneri brianzoli - ben disposti in campo da Loglisci - stretti fra i reparti, di scansarsi dimostravano di non avere proprio voglia. Allora, correva il sedicesimo di gioco, toccava ancora alla velocità ed alla tecnica di Francesco Pepe di creare lo scompiglio nell'area brianzola: scatto, doppio dribbling e dono al gemello del gol Uva di un "cioccolatino" dolce dolce da spingere col piattone in rete. 
Due a zero e ti aspetti l'inizio della goleada.
Invece no, perché la Pro gioca a memoria, porta a spasso gli ospiti con un fraseggio fatto di tocchi di prima ma la via della porta rossoverde sembra sbarrata dalla determinazione ospite. E quando, passata la mezz'ora di gioco, i brianzoli ancora dalle parti della porta di Greco non sono passati, basta l'unica incertezza difensiva sestese ad innescare il rossoverde Andena che dal limite dell'area scaglia un bolide che piega le mani al fino ad allora inoperoso portiere sestese e va a sbattere contro la traversa per ritornare in campo docile fra le mani di Greco.
E' , forse, proprio il coraggioso tentativo di lesa maestà di Andena a ridestare i ragazzi di Andrea Schenato che, fatti passare senza ulteriori sussulti gli ultimi 5 minuti della prima frazione, nella ripresa davano finalmente forma ad una superiorità fisica e tecnica che dalle tribune pareva chiara.
De Carlini con una splendido pallonetto da fuori aerea, Ciarmoli di giustezza (a coronamento di una percussione di Caldera), Donnemma con un elegante e beffardo scavino, infine la doppietta di Smaci sotto misura, intervallata dalla segnatura di Perego, coloravano il secondo tempo di sole tinte biancocelesti per un 8 a 0 finale che non ammetteva repliche.
Riprende a volare, quindi, il 2004 biancoceleste. Sono 20 i punti in classifica (frutto di sei vittorie e due pari) e la terza piazza occupata attualmente si affaccia alla vetta perché Schenato ed i suoi hanno due partite in meno rispetto alla Folgore Caratese (a quota 21), seconda, ed una in meno rispetto alla capolista Vis Nova (che di punti ne ha 22). 
Molto, se non tutto, dipenderà dal risultato dei due recuperi in trasferta, il primo a Seregno (già il prossimo venerdì), quindi sul terreno del Luciano Manara.