Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

S.S.D. PRO SESTO
Giovedì 2 Maggio 2019 - Pro Sesto - Non ci sono ancora commenti

LUCA SCAPUZZI: "VOGLIAMO IL TERZO POSTO"

Si sa già che la Pro Sesto, nella semifinale play off, se la vedrà con il Rezzato. Da decidere ancora se i biancocelesti giocheranno in casa oppure in terra bresciana: il verdetto arriverà dall’ultima gara di campionato, con la squadra di mister Parravicini impegnata a Caravaggio.

Attualmente la Pro ha un punto di vantaggio sui bresciani (domenica prossima impegnati a Seregno) ed è quindi chiaro che nella Bergamasca bisognerà far di tutto per mantenerlo e così giocare la sfida play off davanti ai nostri tifosi.

Un obiettivo importante e fortemente voluto da tutta la squadra, come spiega uno dei leader dello spogliatoio, l’attaccante Luca Scapuzzi. “Abbiamo ottenuto cinque vittorie di fila e non ci possiamo fermare proprio adesso che siamo ad un passo da un risultato importante, vale a dire arrivare terzi e giocarci le nostre chance play off allo stadio Breda. Sarebbe davvero una bella soddisfazione, dopo un campionato lungo, difficile e molto competitivo”.

Già, un torneo che ha visto l’accoppiata Como-Mantova primeggiare sin dall’inizio e ottenere un punteggio-monstre: “Partiamo dal presupposto che la Pro è una squadra forte, purtroppo tra infortuni, squalifiche e colpe nostre abbiamo lasciato per strada almeno una decina di punti. Se facciamo i calcoli, in tantissimi altri gironi avremmo potuto lottare sino all’ultimo per vincere il campionato. Purtroppo nel girone B abbiamo incontrato un Como fortissimo, che ha perso una sola gara in tutto il torneo e competere così è davvero difficile. Ma non solo: dietro alle due battistrada vi sono tante altre compagini competitive, come noi, il Rezzato, la Caronnese. Il nostro il girone più difficile della serie D? Probabilmente sì”.

Ora però bisogna guardare avanti: “Siamo tutti concentrati sul Caravaggio. Vogliamo vincere e basta. La squadra ha sempre dato il massimo, anche nei momenti di grande difficoltà; arrivare terzi sarebbe un giusto premio per tutto lo staff, per i tifosi e per la società, che sta facendo tanti sforzi ed è composta da dirigenti seri e preparati”.