Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

S.S.D. PRO SESTO
Giovedì 22 Febbraio 2018 - Pro Sesto - Non ci sono ancora commenti

LA "RINASCITA" DI ALE D'ANTONI

“Quando mister Parravicini mi ha detto di scendere in campo per un istante è come se mi si fosse fermato il cuore, tanta era l’emozione. E quando ho varcato la linea bianca del rettangolo di gioco, tra gli applausi dei tifosi, non nego che ho fatto fatica a trattenere le lacrime”. Alessandro D’Antoni ricorda così il suo “ritorno alla vita” dopo il grave infortunio dello scorso 2 settembre 2017, con la rottura del crociato del ginocchio sinistro. Cinque mesi e mezzo dopo, in pieno recupero, eccolo rientrare in campo per gli scampoli finali della sfida con il Pavia.

“Non me l’aspettavo e per questo ringrazio il tecnico – continua D’Antoni -; per me era importante sentire di nuovo il clima agonistico e ora devo continuare così, con calma e decisione, fino a raggiungere la condizione ottimale”.

Il percorso è ancora lungo e Alessandro lo sa: “La società mi è sempre stata vicino, i dirigenti, i compagni, tecnici e tifosi sono stati eccezionali e grazie anche al loro aiuto ho superato i momenti difficili. Sono conscio del fatto che inizia ora il periodo più importante: con calma dovrò aumentare i minutaggi in campo per poi, spero prima che poi, riuscire a giocare una partita intera e dare il mio contributo alla squadra”.

Una Pro che sta facendo davvero bene: “I ragazzi stanno disputano un grande campionato e meritano di raggiungere gli obiettivi prefissati. Ora dobbiamo pensare unicamente alla prossima partita e nessuno guardi la classifica”.

Minuti nelle gambe per Alessandro sono inoltre arrivati nella trasferta di Castellazzo, anche se il pareggio certo non soddisfa la truppa biancoceleste: “Avremmo dovuto e potuto fare meglio, in ogni caso ora pensiamo già alla prossima gara con il Seregno. Qui nessuno ti regala niente. Ed è giusto così”