Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

S.S.D. PRO SESTO
Martedì 24 Ottobre 2017 - Risultati SG - Non ci sono ancora commenti

ALLIEVI '01 || PRO SESTO - ALCIONE 2:1

PRO SESTO: Leccese, Villani, Russo, Moratti, Primavera (33' s.t. Maculotti), Trionfo, Rudilosso, Orrico (24' s.t. Crippa), Pieragostini, Crosariol (15' s.t. Nicolau), Serralunga. A disp.: Carriello, Manca, Iervolino. All.re: Acquaviva
Marcatori: Graci (A) al 9' p.t., Pieragostini (PS) al 27' p.t., Rudilosso (PS) al 30' s.t.

Sesto San Giovanni -  Settima perla stagionale per gli Allievi Regionali 2001 di mister Acquaviva, percorso netto che neppure un Alcione, presentatosi al Breda in grande spolvero, riesce a rallentare.
Era grande l'attesa per il big match di giornata fra due legittime pretendenti alla vittoria del girone regionale forse più intrigante dei quattro lombardi: perché Pro Sesto, Alcione, Enotria e Cimiano, riuniti nel medesimo raggruppamento, garantiscono inevitabilmente spettacolo ed emozioni.


Ma con l'attesa pure forte era la curiosità per una partita di cartello alla quale le due contendenti si presentavano con umori diametralmente opposti, la Pro Sesto corsara sette giorni prima sul campo dell'Enotria (dopo aver piegato anche il Cimiano il turno precedente) e gli orange dell'Alcione ancora a leccarsi le ferite per la sorprendente disfatta casalinga (1 a 5) inflittale dalla Trevigliese, autentica rivelazione d'inizio stagione.
Ebbene, bastavano pochi minuti di gioco per capire come le aspettative non sarebbero state deluse.
Parte fortissimo l'Alcione. Squadra corta, densità a centrocampo, pressing altissimo (anche con quattro elementi) sull'impostazione difensiva dell'azione da parte dei biancocelesti di casa. I ragazzi di Acquaviva sembrano sorpresi del furore agonistico subito gettato in campo dagli avversari e quella che sembra essere solo una sensazione prende presto consistenza. E' il 9' minuto quando il 10 ospite Adorni ruba palla alla trequarti, s'invola verso l'area, disorienta la difesa sestese con una magia in dribbling e dal limite sferra una rasoiata maligna che schizza davanti a Leccese che non trattiene: è il centravanti ospite Graci ad arrivare per primo in scivolata, pur contrastato, e la palla lenta ma inesorabile finisce la sua corsa in rete.


Lo svantaggio incredibilmente pare non scuotere l'undici sestese. L'Alcione, caricatissimo, continua a sferrare fendenti con la spada, i sestesi persistono con vezzosi colpi di fioretto e tu a chiederti quando capiranno che così la lotta è impari. Eppure a gridare ed agitarsi è solo il mister ospite Berti. Acquaviva, pur in piedi, assiste apparentemente sornione. Lo senti invitare i suoi a giocare palla a terra, a stare tranquilli, il primo rimprovero è per chi. mancando alle consegne, ha calciato lungo nel nulla in mezzo alla marea asfissiante tinta d'arancione.
Eppure... eppure accade che quell'atteggiamento apparentemente presuntuoso, quella ricerca maniacale del fraseggio e del possesso palla, minuto dopo minuto finisca per cambiare l'inerzia della partita. La palla gira veloce da un lato all'altro del campo e, d'improvviso, ti rendi conto che quella che ti appariva presunzione è consapevolezza dei propri mezzi, certezza che alla fine la tua qualità sarà premiata.
Cresce così la pressione della Pro Sesto e la retroguardia ospite comincia a mostrare affanno.
Il pareggio è, insomma, nell'aria e puntuale arriva al 27' della prima frazione, con Pieragostini che si avventa su una corta respinta di testa del centrale difensivo avversario ed al volo fa partire un bolide mancino che s'insacca per l'1 a 1.


Nulla più accade nel primo tempo e la ripresa comincia con il ritrovato equilibrio di fine primo tempo.
E' la Pro a dettare i ritmi gara ma l'Alcione non molla mai, in ciò favorito anche dalla prestanza fisica di molti suoi elementi che gli permette di rintuzzare in qualche modo le giocate sestesi.
A scompaginare le carte ci pensa l'intuizione e l'esperienza di Aquaviva. Fuori Crosariol al 15' della ripresa, dentro Nicolau, talentuoso 2002 già protagonista in questa prima parte di stagione. Entra bene, anzi benissimo, in partita il giovane sestese ed il suo ingresso e la sua determinazione sono un'iniezione di imprevedibilità e forza per la manovra della capolista. L'Alcione resiste, cerca di rendersi pericoloso di rimessa ma paga, forse, la non eccessiva pericolosità del proprio reparto offensivo.
Così, non inaspettato, arriva al 30' della ripresa la rete della vittoria sestese: a firmarla, neanche a dirlo, "sentenza" Rudilosso con la sua ottava marcatura in campionato. 
Con il successo odierno la Pro tenta la prima fuga di stagione mettendo fra sé e la prima inseguitrice (l'Enotria) una confortante distanza di cinque punti.


Ma Luca Acquaviva di fughe e campionato in tasca non vuol sentir parlare: "Preferisco godermi la prestazione dei miei ragazzi, bravi a non perdere la testa sotto di un gol ed a credere sino alla fine nella vittoria contro una signora squadra che ci ha messo in difficoltà come d'altronde tutte le altre tenteranno di fare contro di noi da qui alla fine. Il migliore di oggi? Per abitudine non mi piace sottolineare in pubblico le prestazioni positive o negative dei miei ragazzi ma non posso che ammirare quanto, non solo oggi, mostrato dal giovanissimo Nicolau. Ha ancora difficoltà con la lingua, si confronta con compagni ed avversari più grandi ma, come successo stamane, a me basta guardarlo negli occhi e dirgli "vai Bomber!"... poi c'è solo da starlo a guardare!"