Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

S.S.D. PRO SESTO
Venerdì 6 Dicembre 2019 - Risultati SG - Non ci sono ancora commenti

DALLA TV ALLA PANCHINA, MISTER AGOSTINO SCHENATO SI RACCONTA: “VOGLIAMO GIOCARCELA”

Gli Allievi regionali sono secondi in campionato a tre lunghezze di distanza dalla capolista Vis Nova, hanno conquistato dieci vittorie in stagione, un pareggio e subito due sole sconfitte. I ragazzi di mister Agostino Schenato, allenatore nonché opinionista tv a TopCalcio24, stanno rispondendo bene alle richieste del tecnico. 

Un percorso deciso, senza grosse sbavature, che permette alla squadra di avere un margine abbastanza rassicurante di sei punti sulle terze in classifica, e di concentrarsi quindi nel duello per il vertice.

Gli unici due rimpianti potrebbero arrivare dallo scontro diretto perso in casa contro la capolista con il risultato di 2-1 e dalla sconfitta contro La Dominante.

Mister Schenato, com'è andata la prima parte della stagione?

“La stagione sta andando bene, stiamo lavorando bene. Sono consapevole di avere una rosa ristretta, ma tutto procede bene a livello tecnico. Il gruppo è strutturato più o meno dagli stessi giocatori, che tra l’altro conosco molto bene anche perché alcuni di loro gli ho allenati per quattro mesi nell’Under 13 e nell’Under 14.Ci teniamo a vincere e a giocarcela fino in fondo, è un campionato competitivo”.

Sei soddisfatto dei ragazzi? Che gruppo stai allenando?

“Si, è un gruppo che lavora molto bene. I ragazzi hanno una cultura e una dedizione al lavoro che è sopra alla media. Sono atleti che non si risparmiano mai. Siamo soddisfatti”.

L’obiettivo della stagione quale può essere?

“L’obiettivo è vincere il campionato, poi vediamo come arriviamo alle finali. Ci sono altre squadre attrezzate, ma che devono comunque giocarsela sul campo. Noi siamo tra le cinque che ci deveno provare. Il campo sentenzia sempre”.

Rimpianti per le due sconfitte contro la Vis Nova e contro La Dominante?

“Contro la Vis Nova abbiamo giocato un gran partita, eravamo senza reparto offensivo e ho dovuto mettere un difensore centrale come punta. La prestazione c’è stata e avremmo meritato di più. Non sono rimasto deluso. Contro La Dominante invece abbiamo perso perché arrivando da un filotto di vittorie consecutive, pensavamo di poter vincere sempre e comunque, ma siamo stati puniti a livello mentale. Ci è servita la sconfitta! Nell’ultimo mese infatti siamo tornati a battagliare”.