Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

S.S.D. PRO SESTO
Mercoledì 16 Gennaio 2019 - Pro Sesto - Non ci sono ancora commenti

IL "PENDOLINO" DUGUET CORRE VELOCE

E’ il “Pendolino” della Pro Sesto, il funambolo che sfreccia avanti e indietro sulla fascia per regalare assist preziosi ai compagni e provare ad andare in gol. E’ uno dei giovani più interessanti di tutta la categoria e non fatichiamo ad immaginare un futuro importante per Gilles Duguet.

E a dir la verità l’estate scorsa, dopo una stagione strabiliante in maglia biancoceleste, sembrava che le porte della Lega Pro si fossero aperte per il giocatore valdostano: “Già, il mio passaggio al Como era proprio legato al salto di categoria. Poi invece i lariani sono rimasti in D e ho deciso di fare ritorno alla Pro Sesto. Questo è il posto giusto per crescere ancora e dimostrare appieno tutte le mie potenzialità”.

In una squadra di valore che dopo un paio di battute a vuoto (pareggi casalinghi con Caravaggio e Sondrio), ha ripreso a correre con la fondamentale vittoria di Villafranca: “Abbiamo dimostrato di essere davvero forti. Siamo andati in Veneto senza tanti giocatori, tra squalificati ed infortunati, eppure abbiamo imposto il nostro gioco e vinto con merito. Per noi si tratta di una notevole iniezione di fiducia, dobbiamo continuare così. A cominciare da domenica prossima contro la Caronnese”.

Una sfida che i tifosi attendono con trepidazione, dopo la beffa subita all’andata. “Già, allora disputammo una partita importante ma fummo puniti oltre i nostri demeriti – ricorda Gilles -; la Caronnese è una compagine tosta, ogni anno arriva tra le prime cinque e sta disputando un altro campionato di vertice. Dobbiamo però provare a vincere a tutti i costi, là davanti corrono veloci e non sono ammesse ulteriori distrazioni”.

La coppia di testa Como-Mantova sembra al momento imprendibile…. “Stanno facendo un campionato pazzesco, noi siamo dietro di 8 punti e ci è mancata un po’ di continuità. Ma io ci credo, in fondo basterebbe una partita per svoltare e il calcio ci ha più volte dimostrato che nulla è impossibile. Intanto vediamo di sconfiggere la Caronnese, poi faremo i conti con le capolista…”.

E sarebbe bello esultare con un gol di Duguet, che quest’anno è ancora a secco, dopo le 7 realizzazioni della scorsa stagione. “Ma per me il gol non è un’ossessione – puntualizza il classe ’98 -; ho sfornato diversi assist e sono soddisfatto del mio rendimento. Certo, magari fare qualche rete mi renderebbe più felice, eh…”. Appunto, quando cominciamo?....