Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

S.S.D. PRO SESTO
Domenica 22 Settembre 2019 - Pro Sesto - Non ci sono ancora commenti

LA PRO SBATTE SUL MURO DELLA TRITIUM

Sesto San Giovanni – la Pro Sesto sbatte contro la muraglia eretta dalla Tritium e conquista solo un pareggio nel match valido per la 5° giornata di campionato. Dopo un primo tempo con diverse occasioni non concretizzate, i biancocelesti subiscono a sorpresa il gol da una Tritium fino a quel momento quasi assente in fase offensiva. Nel finale il pareggio di Scapuzzi arriva troppo tardi per provare a ribaltare il risultato: a Viganò e compagni resta l’amarezza per le occasioni non concretizzate.

La cronaca - mister Parravicini conferma lo stesso 11 di partenza visto a Bolzano la scorsa settimana, con Monni in avanti sostenuto da una linea a 4 composta da Scapuzzi, Omayer, Gualdi e Cominetti. Per mister Marco Sgrò qualche problema di formazione: la squalifica del difensore centrale titolare Della Volpe e gli infortuni  del terzino Caferri centrocampista Motta comportano l’inserimento di Perico nel ruolo di terzino sinistro e di Aldè in mediana. Per bilanciare la presenza di giocatori “under” in campo, Sgrò sceglie l’esperienza difensiva con la coppia Thomas Capelli – Bertaglio proponendo un attacco giovanissimo con i classi 2000 Campanella e Sofia a sostegno dell’esperienza di Personè.

Il match parte con buona intensità: gli ospiti conquistano due calci d’angolo in sequenza, ma Tamma è attento. In occasione di una prima ripartenza orchestrata da Gualdi arriva il primo giallo dell’incontro: sanzionato Thomas Capelli per l’intervento irregolare sul numero 8 sestese. La Pro prova ad aumentare i giri del motore affidandosi a Cominetti, ma l’esterno trova per due volte l’opposizione di Perico sulla sua fascia. Al 14’ ammonizioni in parità: giallo a Gattoni per una trattenuta a centrocampo.

Al 21’ angolo di Omayer, perfetta scelta di tempo di Monni che gira di testa verso la porta: la sfera sfiora il palo alla sinistra di Acerbis e all’attaccante sestese resta strozzato in gola il grido di gioia. Passano 60’’ e Omayer sfonda ancora a sinistra: traversone sul quale Acerbis sceglie male il tempo di intervento, Gualdi non arriva per poco alla correzione sottomisura. Sospinta dalle indicazioni di mister Parravicini la Pro continua a macinare gioco: al Minuto 26 pennellata di Scapuzzi dalla sinistra, Cominetti e Monni quasi si ostacolano nel tentativo di colpire di testa al limite dell’area piccola. Ancora Pro in cronaca: Scapuzzi dalla sinistra appoggia per Omayer, cross sul lato opposto e palla a Cominetti, bravo a superare il marcatore diretto e a crossare di forza in piena area di rigore: la difesa trezzese libera con qualche affanno. Occasione ancora più ghiotta al 31’, con Monni che manda a vuoto Perico e appoggia per Cominetti: bordata ravvicinata dell’esterno e grandissima risposta di Acerbis che, in controtempo, disinnesca in angolo. Al 39’ azione confusa in area trezzese: break di Gualdi che approfitta di una leggerezza in fase di disimpegno, palla per Cominetti che scatta in posizione regolare ma viene murato dall’uscita bassa di Acerbis.  Viganò e compagni premono al massimo: ci provano ancora Monni e Cominetti, la Tritium concede solo un piazzato dal vertice dell’area tra le proteste biancocelesti per un presunto tocco irregolare nei 16 metri. Nell’ultimo minuto del primo tempo punizione dalla lunetta per un fallo di mano di Cascino: il mancino di Omayer si infrange sulla barriera. L’ultimissima occasione di marca Pro la firma Scapuzzi, anticipato all’ultimo istante su un delizioso assist con pallonetto di Monni.

La ripresa si apre con le stesse formazioni del primo tempo. Il tema del match rimane costante, con Viganò e compagni che continuano a premere alla ricerca del vantaggio: al 49’ buona serpentina di Omayer, che serve Scapuzzi con un pizzico di ritardo. Dopo 13’ di gioco mister Parravicini aumenta il peso specifico dell’attacco: fuori Cominetti e spazio a Di Renzo. Passano 3’ e per fermare un contropiede trezzese Amato “spende” un cartellino giallo per un’entrata su Sofia. Sul successivo calcio d’angolo una spizzata della difesa sestese diventa un assist per Thomas Capelli, che dal limite dell’area piccola conclude di forza per il sorprendente vantaggio ospite.

Francesco Parravicini corregge l’assetto: fuori un difensore, Viganò, in campo un esterno offensivo come Capelli; Sgrò inserisce Saronni per Sofia, con l’intento di proteggere il vantaggio. La Pro Sesto si riversa in avanti: ci provano Scapuzzi – cross troppo largo - poi Di Renzo, che a pochi metri da Acrebis non riesce a stoppare un suggerimento dalle retrovie.

La gara si fa nervosa: diversi gli interventi duri, in particolare su Monni e il neo entrato Alessandro Capelli, ma il sig. Cannata non ricorre ai cartellini per raffreddare i bollenti spiriti ospiti. A 10’ dal termine ci prova Capelli in collaborazione con Di Renzo, ma il passaggio del numero 20 sestese coglie impreparato Scapuzzi. Gli attacchi biancocelesti sono continui ma condizionati da un pizzico di frenesia: al 82’ Di Renzo dalla sinistra crossa per Scapuzzi, che non trova la deviazione vincente a due passi da Acerbis.

Il finale è rovente: al minuto 88’ si accende una mischia in area ospite, la sfera rimbalza verso l’esterno dove Scapuzzi calcia un rasoterra che, leggermente deviato, si infila alla destra di un pietrificato Acerbis. Esplode di gioia il pubblico del Breda che crede nell’incredibile rimonta, ma l’ultimo sussulto prima del fischio finale è solo un’altra mischia in piena area trezzese, con Monni travolto da un giocatore in maglia nera e il direttore di gara che lascia proseguire il gioco tra le proteste sestesi: ne fa le spese Gabriele Albertini, allontanato dalla panchina.

PRO SESTO – TRITIUM 1-1 (0-0)

Pro Sesto (4-1-4-1): 1 Tamma; 2 Giubilato, 5 Viganò (68’ 20 A. Capelli), 6 Caverzasi, 3 Amato; 4 Gattoni; 11 Cominetti (58’ 19 Di Renzo), 8 Gualdi, 7 Omayer, 10 Scapuzzi; 9 Monni (12 Cioffi, 13 Bettoni, 14 Bosco, 15 Raffaglio, 16 Crosariol, 17 Carnevale, 18 Tota) All. Parravicini.

Tritium (4-3-1-2): 1 Acrebis; 2 Sordillo, 5 T. Capelli, 6 Bertaglio, 3 Perico; 4 Cascino (72’ 16 Gabellini), 8 Marinoni, 7 Aldè; 11 Sofia (68’ 14 Saronni) ; 9 Personè, 10 Campanella (87’ 17 Viviani) (12 Rota, 13 Russo, 15 Vitali, 18 Guerini, 19 Castelli, 20 Milazzo) All. Sgrò.

Arbitro Sig. Daniele Cannata di Faenza (Pampaloni – Degiovanni)

Marcatori: 61’ T.Capelli (T), 88’ Scapuzzi (P).

Ammoniti:  T. Capelli (T), Gattoni (P), Amato (T), Di Renzo (P), Sordillo (T)

Recupero: 1’+ 5’

Note: giornata nuovolsa, terreno in buone condizioni.