S.S.D. PRO SESTO
Martedì 26 Maggio 2020 - Pro Sesto - Non ci sono ancora commenti

BOSCO E MONNI:LE AMBIZIONI, I GOL .... MA ANCHE MODA E CAPELLI!

Quarta puntata di Pro Sesto live ricca di spunti quella andata in onda lo scorso mercoledì: i giocatori biancocelesti Simone Monni, Andrea Bosco e Marco Tota hanno dato vita ad una diretta frizzante e divertente, rendendosi protagonisti di veri e propri sketch comici con argomento moda e tagli di capelli. Non sono comunque mancate riflessioni lucide e più “serie” in merito a questo particolare momento di attesa che l’intero gruppo di giocatori sestesi sta vivendo.

Ecco le principali dichiarazioni dei tre protagonisti.

Simone Monni: “Sono riuscito a rientrare a Roma dai miei familiari: dopo essere stato inizialmente bloccato in Lombardia ho potuto tornare a casa, districandomi tra le varie autocertificazioni. Il bilancio della stagione è per me positivo: le reti sono 11 – e non 9, perché sento mie anche le marcature contro il Levico Terme nella partita casalinga che avevamo vinto. Sono particolarmente  soddisfatto perché ho giocato praticamente sempre, firmando un gran bel girone di andata. Nel ritorno, nelle ultime 5-6 gare, ho avuto un calo fisiologico”

“L’attesa per questa decisione sull’esito del campionato è piuttosto snervante: non è facile stare fermi per così tanto tempo. Personalmente ritengo che il campionato lo abbiamo meritato sul campo, sarebbe assurdo annullare una stagione in cui comunque si sono svolte 28 partite”.

Andrea Bosco: “Non mi aspettavo di integrarmi così rapidamente in questo gruppo e di raggiungere subito traguardi così prestigiosi. Siamo partiti un po’ frenati, ma poi abbiamo fatto il cammino che tanti avevano pronosticato. Il calcio al Nord? E’ la mia prima esperienza, ma è davvero molto diverso che al Sud e non è stato facile ambientarsi: le piazze sono meno “calde”, ed ogni sfida è una vera battaglia. Qui ho trovato minore pressione negli stadi che abbiamo frequentato. Episodi di razzismo? L’unica volta in cui mi è capitato qualcosa di brutto, di offensivo, è successo al Sud! Il mio ruolo? Nasco difensore centrale, ma sono stato impiegato anche come terzino sinistro o in una difesa a 3. Sono cresciuto nel Napoli prima di passare al Genoa: poi, per 6 mesi, avevo smesso per motivi personali: è stata la chiamata di un tecnico che mi ha fatto rimettere in gioco a 16 anni in serie D con il Campania. Lo devo ringraziare!”

In diretta è intervenuto anche Marco Tota, autore di una positiva stagione in prima squadra prima che un infortunio lo frenasse: oltre alle difficoltà fisiche il giovane centrocampista ha ricordato quelle “didattiche”, visto che si sta preparando all’esame di maturità in questo contesto di emergenza sanitaria.

Mercoledì 27 maggio dalle ore 18.30 sulla pagina Facebook della Pro Sesto andrà in onda la 5° puntata di Pro Sesto Live: saranno ospiti i giocatori Di Maio, Segato e Tascini.